PSR 2014-2020

Che cos'è

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) è lo strumento, finanziato con fondi dell’Unione europea (FEASR – Fondo Europeo per lo Sviluppo Rurale), dello Stato Italiano e della Regione Umbria, che definisce le principali strategie, gli obiettivi e gli interventi per i settori agricolo, agroalimentare e forestale, finalizzati a sostenere lo sviluppo delle aree rurali dell’Umbria.

Il programma di sviluppo rurale (PSR) per la Regione Umbria è stato formalmente adottato dalla Commissione europea il 12 giugno 2015 . Esso delinea le priorità per lo sviluppo dei territori rurali dell’Umbria nel periodo 2014-2020 mettendo a disposizione quasi 877 milioni di euro di finanziamento pubblico (più di 378 milioni di euro dal bilancio dell’UE e 499 milioni di euro di cofinanziamento nazionale, Stato e Regione).

Il programma di sviluppo rurale per l’Umbria dà particolare rilievo alle azioni legate al potenziamento della competitività del settore agricolo e di quello forestale, alla salvaguardia, ripristino e valorizzazione degli ecosistemi, e alla promozione dell’inclusione sociale e lo sviluppo economico nelle zone rurali.

Competitività

Al fine di potenziare la competitività del settore agricolo e forestale, il PSR sosterrà le imprese del settore per la ristrutturazione o l’ammodernamento delle loro aziende e l’insediamento dei giovani sia nelle attività agricole che lo start up delle piccole imprese nei settori extragricoli.

A questo riguardo, nella selezione degli interventi un peso particolare verrà dato al fattore innovazione. L’11% della spesa pubblica dell’intero PSR infatti verrà destinata a sostenere azioni che stimolano l’innovazione, la cooperazione e il trasferimento delle conoscenze. In termini ambientali importanti risultati si prevedono con il nuovo PSR.

Risorse

Più del 40% del totale delle risorse sono infatti volte alla tutela e la qualificazione delle risorse naturali, alla protezione dell’ambiente e alla prevenzione dei cambiamenti climatici.

Per sostenere tale priorità circa il 42% delle superfici agricole sarà oggetto d’impegni per la gestione delle risorse idriche, quasi il 30% per la gestione del suolo e oltre il 13% delle superfici agricole e il 5% di quelle forestali saranno oggetto d’impegni a sostegno della biodiversità.

Il PSR Umbria contribuirà, infine, all’inclusione sociale e allo sviluppo economico nelle aree rurali portando migliori servizi alla popolazione rurale. Il 90% della popolazione rurale nelle aree rurali infine beneficerà anche di nuovi o migliori infrastrutture a banda larga.

Per saperne di più

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici) e per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Privacy policy