Agri News Bandi

Sicurezza in agricoltura, dall’Inail bandi per 40 milioni

I bandi Isi 2019 dell’Inail metteranno a disposizione 40 milioni di euro di incentivi a fondo perduto per le micro e piccole aziende in agricoltura che investono in sicurezza.  In particolare 33 milioni sono stanziati per la generalità delle imprese agricole e 7 milioni per i giovani agricoltori under 40.

Pubblicato in Gazzetta ufficiale l’estratto dell’avviso pubblico per il bando Isi 2019, con il quale vengono messi a disposizione 251 milioni di euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Si tratta della decima edizione del bando che dal 2010 a oggi ha stanziato circa 2,4 miliardi di risorse. I fondi mossi con le prime nove edizioni del bando Isi hanno permesso di finanziare la realizzazione di quasi 32mila progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza all’interno delle aziende, che nella maggioranza dei casi sono stati presentati da micro e piccole imprese. Tra i progetti ammessi al finanziamento del bando 2018, in particolare, circa tre su quattro sono stati presentati da aziende con meno di 15 dipendenti.

Come per le scorse edizioni, il Bando Isi è suddiviso in 5 assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e ai progetti che saranno realizzati: 96 milioni circa saranno destinati a progetti di investimenti e adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, 45 milioni per progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi, 60 milioni per la bonifica da materiali contenenti amianto, 10 milioni per progetti di micro e piccole imprese operanti nei settori della fabbricazione mobili e della pesca, 40 milioni saranno per le micro e piccole imprese agricole. Il contributo, erogato in conto capitale, può coprire fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto, rivolgendosi a imprese, anche individuali iscritte alle diverse Camere di settore. Le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento. L’importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1 (Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale), 2 (Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi) e 3 (Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto); di 50.000 euro per i progetti appartenenti all’asse 4 (Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività) e soprattutto 60.000 euro per i progetti riferiti all’asse 5 (Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli ).

La presentazione delle domande di accesso ai finanziamenti sarà online, come negli anni precedenti, attraverso una procedura “valutativa a sportello” articolata in tre fasi, e le date di apertura e chiusura di tutta la procedura informatica saranno pubblicate entro il 31 gennaio del 2020.

FONTE: AGRICOLTURANEWS

Lascia un commento

L’indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe interessarti

Leggi di più

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici) e per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Privacy policy